Si chiama Joel Bacci, in moltissimi già lo conoscono, ed è il primo rinforzo della nostra serie B maschile 2020 – 2021.
Palleggiatore romano classe 1980, Joel inizia la carriera pallavolistica nelle giovanili della polisportiva G. Castello ma la sua prima esperienza nella pallavolo dei “grandi” la fa con la pallavolo Velletri, di mister Barbiero, nel 1997 – 1998, in serie C, per poi iniziare una lunga militanza nei campionati nazionali nell’estate del 1998 con la maglia dell’allora Icom Latina in serie A2. Nei suoi venti anni di carriera Joel tocca l’apice nel biennio 2009 – 2011 vestendo la gloriosa maglia della Yoga Forlì in serie A1. In totale il regista capitolino gioca sei stagioni nella massima serie (tra A1 e A2), l’ultima delle quali proprio con la maglia giallo-rossa della sua città, la Roma Volley del presidente Barani nel 2018 – 2019, e 14 stagioni tra B1 (13) e B2 (1).
Nella passata stagione, conclusa prematuramente per via del Covid, Joel si è dedicato alla fisioterapia per cercare di risolvere al meglio i guai fisici che lo hanno fermato nell’ultima stagione alla Roma Volley (rottura del legamento crociato), oltre che allo studio per il conseguimento del patentino di tecnico federale. Un anno sabbatico che, a quanto pare, non ha affievolito la voglia di tornare a giocare, tutt’altro, lo farà con la nostra maglia e noi non possiamo che esserne onorati.

Allora Joel, innanzitutto benvenuto!

“Grazie”

La prima domanda che vorrei farti è questa, dopo oltre venti anni di pallavolo giocata ad altissimo livello ed il brutto infortunio nell’ultima stagione con la Roma Volley in A2, cosa ti spinge ancora ad indossare scarpe e ginocchiere?

“Dopo venti anni tra serie A e B sento ancora quella voglia di correre e sudare dentro quel campo che tanto mi ha dato, ed insegnato, e senza il quale non sarei oggi la persona che sono. Certo che l’infortunio al ginocchio ha minato quelle che erano le mie certezze sul proseguire o meno, poi col passare del tempo e con la fisioterapia ho capito che non è ancora il momento di smettere”.

Cosa ti ha spinto ad accettare la nostra proposta, tra le tante che ti saranno arrivate?

“Stavo cercando una soluzione che potesse darmi la possibilità sia di giocare che di allenare, quando sono stato contattato dal mister Bonanni le mie idee erano chiarissime e quelle dell’isola sacra lo erano altrettanto. Non c’ho messo molto a decidere anche se c’era il KK Eur, che voglio ringraziare per avermi dato la possibilità di muovere i primi passi come tecnico, che mi aveva fatto una buona proposta per allenare nel loro settore giovanile, però alla fine ha prevalso la mia grandissima voglia di tornare a giocare e cosi ho accettato”.

Mister  Mauro Bonanni conta molto sulla tua esperienza per guidare un gruppo di molto ringiovanito rispetto alla passata stagione, come pensi di poter contribuire alla crescita di questa squadra e di questi ragazzi?

“Diciamo che non mi spaventa il ruolo che il mister mi ha assegnato, negli ultimi anni ci ero abbastanza abituato, però mi preme chiarire il concetto che, secondo me, l’esperienza che ho da dare ai giovani è direttamente proporzionale alla forza che loro daranno a me per allenarmi al massimo. Il pensiero di chi guarda da fuori è sempre quello che l’esperienza del veterano sia il motore della squadra, beh vi posso garantire che, col passare degli anni, senza la voglia, lo spirito di sacrificio e l’amore dei giovani per questo sport la mia esperienza sarebbe assolutamente ininfluente”.

L’ultima domanda ovviamente riguarda la ripartenza dopo il Covid, cosa ti senti di dire ai nostri ragazzi e alle loro famiglie che si apprestano a tornare in palestra?

“E’ stato un periodo durissimo del quale ancora portiamo i segni, dopo mesi passati con la paura di non poterne uscire penso che lo sport sia il miglior modo per imparare a combattere le proprie paure, per me la pallavolo è un gioco DIVERTENTE che diventa INTELLIGENTE solo se lo affronti combattendo le tue PAURE”.

Queste erano le prime parole da Isolano del nuovo regista alla corte di mister Bonanni, benvenuto Joel ci vediamo prestissimo in campo!