Ancora un nuovo innesto per la serie B di mister Bonanni, che chiude il reparto dei liberi con Alessandro Carosini, proveniente dalla Virtus Roma. Libero di assoluto valore, Alessandro nelle ultime due stagioni ha vestito le maglie della Lazio Pallavolo e della Virtus Roma, vincendo rispettivamente un campionato di serie C e disputando un eccellente campionato di serie B. Nato pallavolisticamente come schiacciatore, si trasforma in libero nelle ultime due stagioni, raggiungendo una qualità di rendimento molto alta e mettendosi in mostra anche in campionati nazionali. In questa stagione vestirà la nostra maglia e siamo certi che farà di tutto per onorarla.

Alessandro, intanto benvenuto a casa Isola!!! Cosa ti ha spinto ad accettare le “avance” di mister Bonanni? 

“È stato semplice accettare la “corte” del mister; l’ho incontrato questa estate durante un torneo di beach volley e nel parlare si sono incontrate le nostre necessità, visto che lui cercava un libero per completare il reparto ed io una squadra, visto che alla Virtus erano state fatte altre scelte. Avevo altre opzioni da valutare, ma la fiducia sua e della società nei miei confronti mi ha spinto ad accettare senza pensarci troppo. Un altro fattore determinante è stato sicuramente il gruppo pieno di vecchi amici e compagni di squadra e soprattutto formato da giocatori di qualità”.

Dicevamo che nasci come schiacciatore, come nasce l’idea di trasformarsi il libero? 

“Diciamo che anche da schiacciatore la mia funzione, molto spesso, era quella di un secondo libero in campo. Io mi sono sempre sentito un buon attaccante, ma i miei allenatori non la pensavano come me… (sorride Alessandro, ndr) A parte le battute, la trasformazione è avvenuta durante la mia stagione alla Lazio, quando paradossalmente stavo disputando la mia stagione migliore in attacco; poi a metà stagione, per problematiche interne al gruppo, mi è stato chiesto di fare il libero e come sempre mi sono messo a disposizione del gruppo. E’ stata una seconda parte di stagione esaltante, terminata con la vittoria dei play off promozione. L’hanno successivo alla Virtus mi sono consacrato in questo ruolo ed ho capito che era quello più giusto per me”.

Quali sono i tuoi obbiettivi stagionali? 

A livello personale quello di migliorarmi e crescere in questa mia seconda giovinezza pallavolistica. Per quel che riguarda la squadra, sicuramente quello di disputare un campionato di buon livello in un campionato dove c’è tanta disparità di livello tra le prime tre o quattro squadre e proprio per questo bisognerà essere bravi a non perdere punti nelle gare in cui c’è possibilita di farli, giocando con la massima serenità e convinzione dei nostri mezzi”.

Ringraziamo Alessandro per questa breve intervista e gli facciamo il nostro “in bocca al lupo” per una stagione da protagonista insieme a tutta la sua squadra.