Dopo aver presentato i nuovi acquisti è arrivato il momento delle conferme e come non iniziare dal Capitano Diego Pias che resta saldamente al comando della sua “perla nera” e la guiderà per un altra stagione tra i mari impervi della serie B unica. Classe 1991 e palleggiatore  dalle qualità indiscusse Diego è da sempre una colonna portante della nostra società, nato e cresciuto nel settore giovanile isolano e plasmato dalle sapienti “mani” di mister Calzavara Diego incarna fedelmente quella che l’anima della nostra società, lui che ha sempre risposto presente ogni volta che è stato chiamato in causa e che è rimasto sempre al suo posto anche nelle stagioni più difficili ha deciso, anche quest’anno, di essere la bandiera della nostra serie B. Nella scorsa stagione è stato uno dei grandi protagonisti della cavalcata vittoriosa in serie C gestendo al meglio la squadra tra mille difficoltà, oggi però l’ostacolo più grande è quello di fare lo stesso percorso in un campionato dove molti dei suoi compagni, lui compreso, sono alla prima esperienza;

Allora Diego dopo l’esaltante stagione appena trascorsa qual’è il tuo pensiero sul futuro campionato?

“Sicuramente sarà una stagione molto difficile ed altrettanto stimolante, in questi anni abbiamo costruito un gruppo unito e quella sarà la nostra forza  inoltre sono arrivati nuovi atleti e la somma di questi fattori farà la differenza.”

Dopo tanti anni al comando della nave isolana come e dove troverai le giuste motivazioni per affrontare questa stagione?

“sono sempre stato un agonista e ogni anno mi sono sacrificato per cercare di dare il mio contributo alla causa comune, amo quello che faccio e di conseguenza non mi pesa allenarmi e mettermi a disposizione del mister e dei compagni se poi pensò che quest’anno giocheremo contro atleti di altissimo profilo beh le motivazioni vengono da se.”

Questo è il primo campionato al limite del professionismo per molti di voi, quali pensi che siano le difficoltà maggiori che potreste incontrare?

“inutile dire che il livello molto più alto dei nostri avversari metterà a dura prova il nostro fisico ma soprattutto la nostra mente, veniamo da una stagione dove abbiamo fatto la parte del leone e dovremmo essere bravi a calarci in una realtà diversa in cui molto probabilmente passeremo parecchie settimane a leccarci le ferite ma sono certo che la squadra sarà in grado di sopportare le sconfitte e supportare i compagni in difficoltà. Questo non vuol dire che saremo la vittima sacrificale del campionato, noi vogliamo giocarci le nostre carte contro tutti e poi a fine stagione tireremo le somme ma sono fiducioso.”

Le parole del capitano Diego Pias lasciano intravedere una sana fiducia in quello che ormai è diventato un gruppo unito in campo e fuori, siamo sicuri che se la squadra seguirà la spinta emotiva del suo leader ci sarà da divertirsi anche in questa stagione.